spettacoli

Western

Un ragazzo in cerca del suo avvenire, un vecchio capo indiano che sente il suo mondo crollare, un giovane Apache che vuole combattere, un politico corrotto, una donna troppo bella per essere onesta, un allevatore senza scrupoli.
Cow-boys, indiani, un saloon, un ranch, una chitarra, degli stivali, l'Arizona, cavalli e bestiame.
Intrighi, amori, sporchi inganni, spari, coraggio, integrità, tradimento, ingiustizie. La giustizia che alla fine trionfa.
Questo è "Western".

Leggi tutto...

   

I racconti

MASSIMO SCHUSTER E IL RACCONTO

Faccio spettacoli di teatro di narrazione prima di tutto per esplorare le possibilità espressive della parola. Rinunciando a manipolare le marionette ho scoperto con sorpresa che potevo declinare in un altro modo la mia esperienza di marionettista, in particolare per quel che riguarda la drammaturgia, il ritmo della narrazione e i movimenti del mio corpo.

Dall'inizio degli anni '80 ho sempre avuto il scena il triplo ruolo di marionettista, attore e narratore. Le dosi di questo miscuglio sono cambiate da uno spettacolo all'altro, ma, sempre presenti, hanno finito col diventare una specie di marca di fabbrica del mio lavoro nel quadro di quel teatro di figura europeo che per anni ha privilegiato l'immagine più che la parola.

Leggi tutto...

   

Othello & Iago

Si è discusso mille volte su ciò che spinge Iago a diventare il "cattivo" più emblematico della storia del teatro. Alla rabbia per la nomina di Cassio a luogotenente si aggiunge un'innegabile dose di razzismo nei confronti di Otello, quel “labbrone pieno di sé”, quel "negro" che distribuisce promozioni senza tenere conto del diritto di chi ha esperienza e anzianità. E dietro una malvagità che sembra innata si nasconde forse anche una certa gelosia per l'uomo che, sposando la bella Desdemona, si è comprato un posto e una rispettabilità in società. A meno che, come alcuni hanno suggerito, non si tratti invece di un'omosessualità repressa e mortificata.

Leggi tutto...

   

L'ultimo guerriero

Ancora una grande guerra, ancora una moltitudine di sentimenti contraddittori.
Si, perché è attraverso mille guerre che i nostri sogni si sono costruiti, che talvolta sono sembrati infrangersi per un istante, ma sono poi rinati ogni volta più forti.
Indossare una volta ancora l’armatura dell’eroe dell’infanzia, reinventare l’ebrezza dell’avventura. Ritrovare con gioia nel gioco del teatro una crudeltà originale, per meglio liberarsene…

Leggi tutto...

   

Mahabharata

Il Mahabharata è il più grande poema epico mai scritto. Quindici volte più lungo dell'Iliade, ci parla di un'India lontana e mitica che, come la Grecia di Omero, ci è stranamente vicina.
Amori, rispetto, dolori, imbrogli, odio, disperazioni : il Mahabharata è la storia di tutta l’umanità. Una storia dettata da Vyasa – vecchio saggio – a Ganesh, il dio dalla testa d’elefante. Questa epopea è la nostra epopea, quella di ciascuno di noi.
Come scrive Vyasa, tutto ciò che esiste al mondo è nel Mahabharata, niente di ciò che è assente dal Mahabharata esiste al mondo.

Leggi tutto...

   

Roncisvalle!

Non mi stancherò mai di tornare su queste storie di eroi, su queste morti spacciate per gloriose e questi amori impossibili, questi intrighi complicati, questi tradimenti, queste meschinerie, questi onori perduti e queste castità difese con le unghie e coi denti, che, dopo aver popolato la mia infanzia, continuano a sembrarmi indispensabili oggi per far fronte alla disperata trivialità di una società che non sa più sognare, osare, e lanciarsi alla conquista dell'Inaccessibile Stella..

Leggi tutto...